Cerca nel Sito

Menu Principale

OCSI: Accreditamento o rinnovo dell’accreditamento LVS

Scheda informativa ai sensi del comma 1, dell’art. 35 del Dlgs. 33/2013

Introduzione

L’Organismo di Certificazione della Sicurezza Informatica (OCSI), istituito presso l’ISCTI dell’ex Ministero delle Comunicazioni, ai sensi dell’art. 4 del DPCM 30 ottobre 2003, oggi confluito nella DG TCSI-ISCTI del Ministero dello Sviluppo Economico, sovrintende alle attività operative di valutazione e certificazione nell'ambito dello Schema nazionale di certificazione della sicurezza informatica. Maggiori informazioni sull’OCSI sono disponibili sul sito dedicato https://ocsi.isticom.it.

L’OCSI rilascia certificazioni di sicurezza informatica per prodotti ICT in conformità allo standard internazionali ISO/IEC IS-15408 (Common Criteria), avvalendosi di una rete di laboratori da esso accreditati.

L’OCSI, per poter accreditare un laboratorio verifica le competenze tecniche, l’organizzazione, l’imparzialità e l’indipendenza del laboratorio che fa richiesta di accreditamento. Per quanto riguarda in particolare la verifica delle competenze tecniche e dell’organizzazione, l’OCSI

  • Effettua una verifica delle conoscenze dei valutatori del laboratorio rispetto ai Common Criteria ed alle capacità operative nell’effettuare test funzionali e di intrusione.
  • Effettua una verifica di conformità rispetto agli standard ISO/IEC 17025 e ISO/IEC IS-15408 attraverso l’esame della documentazione del laboratorio e tramite una visita ispettiva.

Il certificato di accreditamento dura per tre anni, trascorsi i quali il laboratorio per mantenere la sua operatività deve sottoporsi ad una nuova attività di verifica per il rinnovo dell’accreditamento.

Descrizione del procedimento

L’OCSI accredita i laboratori di valutazione della sicurezza ai sensi dell’art. 4, comma 2, lett. r) del D.P.C.M. 30-10-2003.

Il giorno programmato per la visita ispettiva è avviato d’ufficio il procedimento, durante la quale sarà redatto un verbale di visita ispettiva in base alla ISO/IEC 17025 e ISO/IEC IS-15408.

In caso di primo accreditamento, l’accreditamento prevede anche l’esame dei valutatori, durante il quale sarà redatto un verbale di esame.

Esaminati il verbale di visita ispettiva e l’eventuale verbale di esame (primo accreditamento), sarà notificato il risultato dall’OCSI al laboratorio ed in caso di esito positivo sarà inviato il certificato di accreditamento, o la comunicazione di rinnovo dell’accreditamento in scadenza.

Unità organizzative responsabile dell’istruttoria

Per la parte istruttoria l’unità organizzativa responsabile è la

Divisione II della DG TCSI-ISCTI

Ufficio del procedimento e ufficio competente all’adozione del provvedimento finale

L’ufficio del procedimento, competente anche per l’adozione del provvedimento finale di accreditamento, è la

Divisione II della DG TCSI-ISCTI
Dirigente: dott. Antonello Cocco
antonello punto cocco chiocciola mise punto gov punto it
tel. 0654442939

Modalità per richiedere informazioni

I soggetti interessati dal procedimento, ovvero i candidati assistenti che richiedono l’accreditamento, possono ottenere informazioni scrivendo ai seguenti indirizzi email e PEC.

Divisione II della DG TCSI-ISCTI
Dirigente: dott. Antonello Cocco
antonello punto cocco chiocciola mise punto gov punto it
ocsi chiocciola pec punto mise punto gov punto it
tel. 0654442939

Termine per la conclusione del procedimento

Entro 60 giorni dall’avvio del procedimento programmato con la visita ispettiva al laboratorio è notificato il risultato di tutta l’attività di verifica. In caso positivo è anche trasmesso il certificato di accreditamento o la comunicazione di rinnovo accreditamento in scadenza.

Eventuali dichiarazioni sostitutive e silenzio-assenso

Non è prevista una dichiarazione in sostituzione del procedimento di abilitazione o modalità di abilitazione con silenzio assenso.

Strumenti di tutela amministrative e giurisdizionale

In caso di esito sfavorevole del procedimento, avverso il provvedimento negativo sono esperibili i consueti strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale. In particolare, il laboratorio che non ha ottenuto l’accreditamento può richiedere il riesame del procedimento con annullamento del provvedimento in autotutela ai sensi dell’art. 21-nonies della L. 241/1990 ed s.m.i. per segnalare evidenti errori o omissioni in seno al procedimento. E’ altresì esperibile ricorso gerarchico al Direttore Generale della DG TCSI-ISCTI ai sensi del DPR D.P.R. n. 1199 del 1971 o ricorso giurisdizionale al TAR del Lazio.

Accesso al servizio on-line

Il risultato della visita ispettiva e degli eventuali esami sostenuti nella sessione di esame è notificata via PEC al laboratorio.

Modalità di effettuazione dei pagamenti

Il pagamento della quota del 50% per sostenere gli esami è stato già sostenuto nel procedimento di richiesta ed è verificato prima dello svolgimento delle prove di esame. Prima dell’emissione del certificato di accreditamento è verificato il pagamento del saldo.

Soggetto titolare del potere sostitutivo

Il potere sostitutivo, in caso di inerzia, con istanza ai sensi dell’art. 2, comma 9-bis della L. 241/1990 ed s.m.i., è esercitato dal Direttore Generale della DG TCSI-ISCTI.

Dott.ssa Eva Spina
Direttore Generale DG TCSI-ISCTI
(+39) 06 5444 4952 - 6352
(+39) 06 5444 5914
E-mail dgtcsi punto segreteria chiocciola mise punto gov punto it
PEC dgtcsi punto segreteria chiocciola pec punto mise punto gov punto it